Pancia Piatta e Motivazione

Pancia piatta: la motivazione è il vero fattore di successo per ottenere degli addominali perfetti.

Non c’è pancia piatta senza motivazione. Nel fitness per avere dei risultati apprezzabili  ci vuole sforzo, pazienza e forza di volontà .  Ma come fare se di natura non si è  né molto tenaci né costanti ? In questo articolo vediamo come costruire e mantenere la motivazione e determinazione necessarie per ottenere un fisco sano e snello e degli addominali perfetti.

Che pancia piatta e motivazione siano quasi sinonimi lo sa chiunque abbia fatto fitness seriamente per un periodo minimo di tempo.  Prima che allenare il corpo, il problema è spesso preparare la mente. Quando abbiamo creato l’atteggiamento mentale giusto, infatti, siamo già a metà dell’opera. Ma come fare, se per natura non siamo determinati e costanti? Cominciamo a fissare alcuni punti fondamentali:pancetta è pericolosa per la salute

–          Noi non siamo altro che i nostri pensieri. Se continuiamo ogni momento a ripeterci “non ce la posso fare”, noi non ce la faremo.

–          Non esiste una natura innata che permette ad  alcuni a di essere determinati e vincenti  e ad altri no.

–          Per raggiungere uno scopo, bisogna avere  una strategia con degli obbiettivi intermedi chiara, motivata e realista.

–           Il vero nemico è il nostro lato debole. Sconfiggere questo lato non solo ci farà dimagrire, ma ci dara un arma potente per vincere in altre sfide della nostra vita, fossero le relazioni con gli altri o il lavoro.

–          Il socratico “conosci te stesso” è la più grande arma che abbiamo a disposizione per sconfiggere le nostre debolezze e vincere nella vita.

A questo punto possiamo già cominciare a lavorare sulla nostra mente.  Cominciamo nel modo più classico, con un po’ di introspezione.

Pancia piatta: la vera motivazione è la salute, non l’estetica

Innanzitutto: cosa vogliamo veramente? Perdere i chili in eccesso e stare bene, o avere degli addominali perfetti, ossia la famosa tartaruga? Non sembra, ma i due obbiettivi non sono equivalenti a livello motivazionale. Una cosa è avere una motivazione forte – la salute – una cosa ben diversa una motivazione basata sulla pura vanità, che spesso cadrà di fronte alle prime vere difficoltà.

Una pancia piatta è sintomo di stato ottimale sia del corpo che della mente;  la pancetta è invece sempre un campanello d’allarme, in quanto essa, subdolamente, influenza il nostro metabolismo e prepara malattie anche gravi.

In sostanza, la vera motivazione per una pancia liscia è semplicemente stare bene. Smettere di avere la pancia è un po’ come smettere di fumare. Come smettiamo di fumare per evitare di morire in modo orrendo di cancro ai polmoni, così riduciamo la pancetta per evitare malattie assai gravi, in particolare di tipo cardiocircolatorio o metabolico, come il diabete.

Riassumendo, vogliamo un corpo sano che ci garantisce benessere, indipendentemente dalla nostra età. A questo punto vedrete che avere una muscolatura addominale tonica ed esteticamente bella vi verrà quasi naturale.

Combattiamo il nostro lato oscuro, che ci fa sempre perdere nel grande gioco della vita.

Gli antichi indiani, che di psicologia ne capivano parecchio, definirono non a caso la mente Maya, l’ingannatrice. Avevano perfettamente capito che dentro di noi c’è sia un lato positivo, che ci porta ad essere felici, che un lato negativo, che ci ostacola e ci rende deboli.

E’ come una voce, che continua a sollevare dubbi o obiezioni. “Non ce la posso fare”, “non è la mia indole”, “non ne vale la pena”. Quando il gioco poi si farà duro, questo lato oscuro ci farà sognare coni gelato e lauti banchetti, cercherà mille scuse, e quando noi cederemo, alla fine ci sentiremo in colpa, frustrati e sconfitti. In una parola, infelici.

Partiamo dunque dalla conclusione del processo quando il nostro lato debole comincia ad agire. Pensate a come vi sentireste dopo che gli avete ceduto: vuoti ed infelici. Quindi, meglio stringere i denti e tenere duro che sperimentare quello stato orribile di sconfitta e frustrazione, non è vero?

E’ un po’ come andare in montagna. Il modo migliore per gestire la fatica su un sentiero ripido è continuare a camminare, non fermarsi. Allo stesso modo, il modo migliore per gestire il vostro lato negativo è non ascoltarlo e continuare sul vostro obbiettivo.

Non facciamoci condizionare dall’ambiente

Il più grande nemico di un esercito sono i sabotatori e il disfattismo. Così nel fitness. Non è detto che i vostri cari siano d’accordo con voi. Vedrete che le critiche maggiori verranno proprio da chi non vi aspettavate o da chi credevate amico.

Non è difficile capire il motivo di questa reazione inaspettata del vostro ambiente. Dimagrire vuol dire cambiare, e se voi cominciate a cambiare, non sembra ma mettete in discussione anche gli altri. Ad esempio, il vostro partner  potrebbe sentirsi criticato dalla vostra determinazione e volontà.

La cosa migliore è non prendersela e avere pazienza. Non reagite alle provocazioni, mantenete un atteggiamento modesto ma deciso. Utilizzate la stessa strategia che vi abbiamo consigliato per gestire il vostro lato debole. Ascoltate e lasciate passare, senza intestardirvi in discussioni inutili e che vi fanno perdere energia. Vedrete che col tempo la vostra determinazione conquisterà  le vostre relazioni e lo scherno diventerà ammirazione, la  difficoltà vittoria.

Costruiamo una strategia valida e motivata

Chiarire gli obbiettivi e preparare l’aspetto morale e mentale non basta: per raggiungere uno scopo ci vuole anche una strategia affidabile e collaudata. Per quanto determinati si possa essere, se si fanno gli esercizi sbagliati e si segue una dieta per gli addominali scorretta, se ne uscirà sconfitti. E’ quindi necessario partire con il piede giusto avendo in mano una strategia per la pancia piatta ben studiata. In sintesi, qualcosa del genere:

–          Un buon piano ha parecchi obbiettivi intermedi e prevede specifiche azioni per ogni obiettivo, in modo da permettere di controllare in continuazione dove si va e cosa si fa.

–          Raggiungere obbiettivi intermedi ci rinforza infatti la nostra determinazione, esattamente come in montagna raggiungere una certa quota ci infonde fiducia per arrivare in vetta.

–          Un buon piano utilizza metodologie già collaudate e sottoposte a verifica sperimentale. E’ realista nei suoi obbiettivi e non deve richiedere sforzi eccessivi o impossibili.

 

E’ chiaro, a questo punto, che bisogna rivolgersi a dei professionisti. Il fitness infatti è una vera e propria scienza che richiede competenze che spaziano dalla medicina, alla dietetica, alla fisiatria, alla psicologia. Inoltre, solo un professionista può fornire il necessario sostegno, anche di tipo psicologico, per raggiungere l’obbiettivo di avere una pancia piatta.

Il nostro metodo

Il nostro metodo per pancia piatta e addominali perfetti si basa sulla pluriennale esperienza  del personal trainer e nutrizionista  Mike Geary. E’ un metodo che:

–          Prende in considerazione l’aspetto psicologico e motivazionale, non solo quello fisico;

–          Utilizza un approccio olistico basato sul raggiungimento di un elevato standard di salute e benessere individuale;

–          Utilizza esercizi innovativi ed evita estenuanti sedute in palestra di puro stile “cosmetico” e che alla fine lasciano spesso in condizioni peggiori di prima;

–          Utilizza le ultime scoperte nel campo dietetico per  creare delle dieta per addominali ben bilanciate e realmente efficaci che mirano soprattutto a riequilibrare il metabolismo e a curare la persona intesa come un tutto uno;

–          Evita l’utilizzo di integratori e pastiglie e prodotti industriali e chimici.

Questo  metodo è ormai  collaudato ed ha effettivamente  aiutato migliaia di persone nel mondo a realizzare il loro sogno di un corpo sano, di un elevato benessere psicofisico e di una bella pancia piatta con addominali perfetti. Trovate testimonianze e maggiori informazioni  sul programma sulla nostra pagina di presentazione.

 

Author: abworkout

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *